Magnificat

Il Naonis Brass Quintet, in collaborazione con il Coro Polifonico Città di Pordenone, riproporrà nuovamente “Magnificat”, l’ambizioso progetto che prevede l’esecuzione dell’omonimo componimento, adattato per l’occasione dal M° Martina Petrafesa.

Terminato nel 1990 dal compositore britannico John Rutter ed eseguito per la prima volta nello stesso anno, il componimento si sviluppa in sette movimenti basati su testi sacri latini, ad eccezione del secondo, “Of a Rose, a lovely Rose”, tratto da un poema anonimo inglese dedicato a Maria.
L’opera si ispira soprattutto a Bach, sia per quanto riguarda la struttura musicale (ripresa del tema iniziale nell’ultimo movimento) sia per l’utilizzo di determinate melodie per il coro e la voce solista.

Originariamente ideato per soprano (o mezzo–soprano) solo, orchestra e coro misto, il componimento subisce per l’occasione una modifica: l’elemento orchestrale viene sostituito da un quintetto di ottoni, appunto il Naonis Brass Quintet. Tale sodalizio tra ottoni e coro è stato possibile grazie anche alla formazione originale dell’ensemble: difatti vi è la presenza di due corni, a differenza della struttura originale del quintetto che ne prevede esclusivamente uno affiancato da un trombone; tale modifica ha permesso di ottenere un suono morbido e caldo, perfetto per l’opera di John Rutter.

Il concerto si terrà venerdì 31 maggio 2019, alle ore 21:00, al Duomo di San Giovanni Battista a Casarsa della Delizia.